La mia pelle sensibile

Pelle sensibile: irritazione da esposizione solare

Per molte persone, il sole è un simbolo universale di positività naturalmente benefico per l'umore. Purtroppo però, per 365 giorni all'anno, in estate così come in inverno, l'esposizione scorretta al sole è nemica della pelle sensibile.

Mentre ti rechi in ufficio al mattino o durante la pausa pranzo, anche quando il cielo è nuvoloso, i raggi UV possono colpirti e scatenare una serie di reazioni:

  • Irritazione della pelle, arrossamenti e fastidi.
  • A catena può determinarsi la dilatazione dei vasi sanguigni e l'invio di segnali di dolore da parte delle terminazioni nervose.
  • Disidratazione degli strati superficiali della pelle, indebolimento del film protettivo ed esposizione alle aggressioni esterne.
  • All'azione degli UV si può sommare l'impatto da parte delle particelle inquinanti, con il conseguente intensificarsi dello stress ossidativo e delle manifestazioni di discomfort nella pelle.
  • Aumento della sensibilità della pelle e ingrigimento dell'incarnato in seguito all'azione, nel lungo periodo, dei raggi UVA lunghi in presenza di qualsiasi condizione meteorologica.

Morale della favola? La protezione solare non deve essere usata soltanto in spiaggia.

L'esposizione solare quotidiana è il più grande fattore di stress per la pelle sensibile e con il passare del tempo influisce sull'uniformità dell'incarnato e sul benessere della cute.

Scegli la protezione più adatta a te: quali sono le creme solari adatte per la pelle sensibile?

Scegli la protezione più adatta a te: quali sono le creme solari adatte per la pelle sensibile?

Per prima cosa, assicurati di scegliere un solare con una texture leggera e facile da applicare, per evitare l'attrito eccessivo durante l'applicazione. Poi controlla che abbia una protezione elevata, con un filtro UVA-UVB ad ampio spettro, fattore SPF30-50 e una protezione contro gli UVA lunghi.

Utilizza fondotinta che integrano nella propria formula un sufficiente SPF