PERCHÉ LA PROTEZIONE SOLARE È IMPORTANTE:
GLI EFFETTI A BREVE E LUNGO TERMINE DELL'ESPOSIZIONE AL SOLE

Article Read Duration 10 minuti di lettura

In quantità moderate, l'esposizione al sole ha un impatto benefico sull'umore e migliora i livelli di vitamina D.

Mentre un esposizione al sole prolungata e senza un'adeguata protezione potrebbe portare danni a breve e lungo termine.

Anche esposizioni brevi ai raggi UV, ma prive di una protezione adeguata potrebbero causare:


Scottature
• Intolleranza al sole
• Pigmentazione irregolare della pelle
Pelle a tendenza acneica
• Fotosensibilità
• Foto-immunosoppressione

A lungo termine, senza un'opportuna protezione e condizioni di esposizione corrette il sole può causare invecchiamento cutaneo precoce e due dei principali tipi di tumore della pelle:


• Carcinoma basocellulare
• Melanoma

Per ridurre i danni a breve e lungo termine che una scorretta esposizione ai raggi UV, senza opportuna protezione, potrebbe causare è bene utilizzare ogni giorno una protezione solare contro i raggi UVA e UVB e adottare comportamenti virtuosi per l'esposizione al sole, ad esempio rimanendo all'ombra nelle ore più calde e indossando cappello, occhiali da sole e indumenti protettivi. Usa [LANDING PAGE SALVA LA TUA PELLE] per scoprire come controllare regolarmente i tuoi nei e quelli dei tuoi cari, e rivolgiti tempestivamente al tuo specialista in caso notassi qualche cosa di strano perché una diagnosi precoce è fondamentale per il successo del trattamento del melanoma.

IL SOLE: BENEFICO
IN QUANTITÀ MODERATE

Una breve esposizione, e con un'adeguata protezione al sole migliora l'umore e i livelli di vitamina D

Il sole è indispensabile alla vita. In quantità moderate, e con un'adeguata protezione ha un impatto benefico su:

  • Umore: il sole può rappresentare un aiuto per alcune forme di depressione stagionale;
  • Sintesi della vitamina D, indispensabile per l'assorbimento del calcio nelle ossa. Per riscontrare questi benefici, sono sufficienti 15 minuti di esposizione quotidiana al sole.

Esposizioni prolungate e scorrette e senza un'adeguata protezione possono essere pericolose.Continua a leggere per scoprire l'impatto che il sole può avere a breve e lungo termine, da arrossamenti scottature, intolleranze al sole e pelle a tendenza acneica a invecchiamento precoce della pelle prematuro e aumento del rischio di tumori della pelle.

EFFETTI A BREVE TERMINE
DELL'ESPOSIZIONE AL SOLE

Scottature

I raggi UV possono presentare vari effetti dannosi sulla pelle a breve termine. In caso di scottature, i raggi solari possono alterare i legami chimici del nostro DNA , causando rotture nei filamenti. Quando la cellula rileva un danno del DNA, può andare incontro ad apoptosi o morte cellulare programmata. Ciò può portare ad unarrossamenti della pelle. Può anche verificarsi un travaso che causa la diffusione di fluidi nella pelle, comportando gonfiore e la comparsa di bolle. Le fibre nervose diventano più sensibili rendendo la pelle molto sensibile e dolente. Le scottature sono classificate come ustione di primo grado e sono perlopiù causate dai raggi UVB. 

Le scottature non causano solo un intenso disagio: anche soltanto 5 brutte scottature prima dei 20 anni possono aumentare dell'80% il rischio di melanoma (tumore della pelle).

Fortunatamente, la giusta protezione solare e comportamenti virtuosi possono ridurre notevolmente il rischio di scottature e futuri problemi alla pelle per te e la tua famiglia. Per ottimi consigli su come proteggere l'intera famiglia al sole, fai clic QUI.

Le protezioni solari contengono filtri che assorbono l'energia dei raggi UV per contrastarne i danni correlati. Accertati che il tuo solare contenga una protezione contro i raggi UVB alta o molto alta (controlla l'SPF). Fai clic QUI per scoprire tutto ciò che devi sapere sui raggi UVA e UVB.

Oltre a problemi noti come le scottature, il sole è coinvolto in diverse condizioni cutanee:


Intolleranza al sole

Per “intolleranza al sole” si intende una serie di condizioni cutanee in cui l'esposizione al sole causa arrossamento e sensazione di prurito su ed eruzioni cutanee rosse e pruriginose su petto, spalle, braccia e gambe. La condizione più comune è nota come dermatite polimorfa solare. Si ritiene che nelle intolleranze al sole e allergie solari le radiazioni UV modifichino la composizione chimica di una sostanza nella pelle, provocando una risposta infiammatoria che causa rossore e prurito.

Per prevenire l'intolleranza al sole, è necessaria una protezione solare adatta anche alla pelle più sensibile. Scegli una protezione solare molto alta contro i raggi UVA-UVB e UVA lunghi, poiché i raggi UVA sono particolarmente coinvolti nelle intolleranze al sole. Se soffri di manifestazioni rosse e pruriginose dopo l'esposizione al sole, non dovresti tralasciare mai l'applicazione quotidiana di una protezione solare per il viso e per la pelle del corpo esposta, oltre ad adottare comportamenti virtuosi come indossare cappello, occhiali da sole e indumenti protettivi e rimanere all'ombra nelle ore più calde.

Per ulteriori informazioni sull'intolleranza al sole, fai clic QUI.


Pigmentazione irregolare della pelle

L'esposizione al sole è un fattore determinante nei diversi tipi di pigmentazione (colore) cutanea disomogenea, incluse macchie scure, melasma (maschera gravidica) o vitiligine. Per ulteriori informazioni sul melasma (maschera gravidica) e su come contrastarlo, fai clic QUI.


Perché sulla pelle compaiono macchie scure?

I raggi UVB stimolano le cellule chiamate melanociti per produrre un pigmento marrone scuro chiamato melanina, che fornisce alla pelle una protezione naturale dal sole. In caso di pigmentazione irregolare, la produzione di melanina diventa incontrollata e disomogenea, causando diversi tipi di macchie scure/chiare sulla pelle.

Se soffri di pigmentazione cutanea irregolare, il primo passo è proteggere la pelle con una protezione solare quotidiana ad ampio spettro contro i raggi UVA e UVB. La protezione sarà ancora più efficace se associata ad antiossidanti quali baicalina, vitamina E e l'Acqua Termale di La Roche-Posay, come nei prodotti La Roche-Posay con tecnologia XL Protect.


Pelle a tendenza acneica: il sole è un falso amico

Molte persone ritengono che il sole asciughi la pelle grassa e uniformi l'incarnato. Tuttavia, questo è vero soltanto a breve termine, ovvero nei primissimi giorni.
È vero che il sole asciuga inizialmente la pelle e che l'abbronzatura può rendere meno visibili le imperfezioni, ma presto la pelle potrebbe reagire producendo ancora più sebo per compensare la secchezza. Inoltre, il sole ispessisce lo strato superiore della pelle, facilitando l'intrappolamento del sebo e diventando terreno fertile per lo sviluppo di pelle a tendenza acneica. Questo fenomeno è noto come “effetto rebound” e spiega perché il sole è un falso amico per chi presenta una pelle a tendenza acneica.

Di conseguenza, quando fai un'escursione al sole, scegli sempre un prodotto mirato per la pelle a tendenza acneica che integri un buon SPF, come EFFACLAR Duo(+) SPF30. Una protezione solare per il viso quotidiana e la pelle del corpo esposta (non dimenticare la schiena!) è essenziale per evitare l'effetto rebound.

Per ulteriori informazioni sulla pelle grassa e a tendenza acneica, fai clic QUI.


Fotosensibilità

In caso di fotosensibilità, diversi farmaci possono rendere la pelle altamente sensibile al sole.
Quando assumi un farmaco fotosensibilizzante, sei a rischio di sviluppare una reazione simile a una scottatura solare anche con una minima esposizione al sole. Nei casi di fotosensibilità, la luce UV causa cambiamenti strutturali nel farmaco che innescano una risposta immunitaria nel corpo che porta a un'intensa infiammazione cutanea.

Se la tua pelle è particolarmente sensibile al sole è bene proteggerla con una protezione solare ad ampio spettro contro i raggi UVA e UVB, oltre ad adottare comportamenti virtuosi come indossare cappello, occhiali da sole e indumenti protettivi. Opta per un prodotto con un fattore SPF e un PPD molto elevato.

Ti chiedi quale sia la differenza tra SPF e PPD? Fai clic QUI per scoprire di più.

Fotoimmunosoppressione

I raggi UV possono ridurre l'attività delle cellule immunitarie (globuli bianchi) nella pelle. In alcune particolari condizioni, sempre sotto indicazioni del proprio specialista può essere utile l'esposizione al sole (per un periodo di tempo controllato per evitare scottature e danni cutanei e con un' adeguata protezione). Tuttavia, la soppressione immunitaria può anche essere dannosa
Se soffri di questi disturbi, utilizza una protezione solare per il viso quotidiana, senza dimenticare l'importantissima zona delle labbra. Puoi anche utilizzare una protezione solare specifica per le labbra come ANTHELIOS XL SPF 50 Zone Sensibili in stick.

GLI EFFETTI A LUNGO TERMINE
DELL'ESPOSIZIONE AL SOLE

Oltre a tutti questi effetti a breve termine dell'esposizione solare, il sole può avere anche un impatto a lungo termine sulla pelle. Questo tipo di effetti si divide in due categorie di base: Invecchiamento prematuro della pelle e rischio di problemi cutanei seri, come i tumori cutanei.

RAGGI UV E INVECCHIAMENTO
INVECCHIAMENTO CUTANEO PREMATURO

I raggi UVAalterano i componenti strutturali interni della pelle come le fibre di collagene e di elastina. Con il tempo, l'esposizione solare causa un assottigliamento e uno svuotamento della pelle che comportano perdita di compattezza ed elasticità oltre a un'accentuazione delle rughe. I raggi UVB stimolano inoltre una produzione pigmentaria irregolare e disomogenea che porta alla formazione di macchie brune (definite anche "senili") e un incarnato giallastro. Complessivamente, questi cambiamenti cutanei sono noti come fotoinvecchiamento


Una protezione solare quotidiana per il viso consente di contrastare i segni del fotoinvecchiamento

Per prevenire il fotoinvecchiamento, la prima arma consiste in una protezione solare quotidiana contro i raggi UVA e UVB per il viso ANTHELIOS Ultra Comfort SPF50 Crema  è una protezione solare per la pelle sensibile che può essere applicata anche nella zona sensibile del contorno occhi.

Informazione utile: Anche quando piove o il cielo è nuvoloso, la pelle è comunque esposta ai raggi UV che gradualmente possono causare il fotoinvecchiamento. Per proteggere completamente la pelle, applica sempre la crema solare, anche quando non c'è il sole o non fa particolarmente caldo.


Trattamenti anti-età con retinolo e SPF

Se i segni del fotoinvecchiamento ti preoccupano, prendi in considerazione prodotti mirati per correggere e proteggere la pelle con retinolo e con fattore di protezione SPF integrato.

Le formule arricchite con retinolo sono adatte per velocizzare il ricambio cellulare a livello superficiale (per trattare le macchie brune) e ripristinare i componenti strutturali della pelle per combattere anche le rughe più profonde. Il fattore SPF contenuto nel prodotto proteggerà la pelle dalle aggressioni ambientali da parte dei raggi UV, contemporaneamete sarà possibile contrastare i segni dell'invecchiamento.

RAGGI UV
E IL RISCHIO DI TUMORI DELLA PELLE

Oggi il rischio di sviluppare il tumore della pelle è 1/1001.

L'incremento dei casi di tumore può essere spiegato anche da alcune abitudini o comportamenti, come l'eccessiva esposizione ai raggi UV

Infatti, l'esposizione ai raggi del sole è una delle cause dei tumori della pelle. Si possono classificare in due tipologie il carcinoma basocellulare e il melanoma. La buona notizia? Una diagnosi precoce è importante per il trattamento. Ecco perché La Roche-Posay incoraggia a controllare la pelle con [LANDING PAGE SALVA LA TUA PELLE], oltre ad adottare comportamenti virtuosi per l'esposizione al sole.

Carcinoma basocellulare

Il carcinoma basocellulare (noto anche come “ulcera rodente”) è la forma più comune di tumore della pelle. È maggiormente diffuso nelle persone anziane che hanno accumulato una considerevole esposizione solare nel corso degli anni. Le persone con fototipi più chiari (persone dalla carnagione chiara, con capelli e occhi chiari e lentiggini) ne sono più sensibili e tende a interessare zone esposte al sole, come il viso e il cuoio capelluto. Il carcinoma basocellulare può apparire come un'area cutanea in rilievo attraversata da capillari, oppure la pelle può presentare un aspetto ulcerato

Il carcinoma basocellulare si sviluppa lentamente e non tende a diffondersi in altre parti del corpo come altri tipi di tumore.
Per ridurre il rischio di sviluppare un carcinoma basocellulare è opportuno utilizzare costantemente una protezione solare contro i raggi UVA e UVB (in particolare sulle aree esposte) e adottando comportamenti virtuosi per proteggersi dal sole.

Fai clic QUI per ulteriori informazioni su come esporsi al sole in sicurezza

Melanoma

Il melanoma è la forma più aggressiva di tumore della pelle e può svilupparsi a qualsiasi età. È più comune nelle persone con fototipo più chiaro e in chi ha molti nei ma può colpire chiunque. Si tratta di un tumore delle cellule produttrici di pigmento, i melanociti, e spesso assume la forma di un neo contraddistinto da:

  • asimmetria,
  • bordi irregolari,
  • colore disomogeneo all'interno del neo,
  • diametro superiore ai 6 mm,
  • evoluzione rapida.

Fai clic QUI per conoscere il metodo ABCDE per l'individuazione dei tumori della pelle [link a Il mio neo è un tumore?]

Come nel caso del carcinoma basocellulare, l'esposizione ai raggi UV è un fattore di rischio


Anche in questo caso,ci sono alcune misure che è possibile adottare per individuare precocemente eventuali problemi: Controlla la tua pelle con [LANDING PAGE SALVA LA TUA PELLE] e usa il metodo dell'ABCDE per controllare i tuoi nei e quelli dei tuoi cari. Se individuato in tempo, il 90% dei tumori della pelle è curabile.

Prendilo in tempo

Una precoce individuazione è fondamentale. I Laboratori Dermatologici La Roche-Posay hanno sviluppato per aiutarti a controllare la tua pelle. Il sito contiene molti strumenti interattivi utili e chiari per mostrarti come controllare la tua pelle e individuare al più presto possibile eventuali zone sospette.

Se noti cambiamenti recenti o hai dubbi, rivolgiti al tuo medico di base o consulta al più presto un dermatologo. Ricorda che nessuno può sostituire il tuo dermatologo.

L'applicazione costante di una protezione solare contro i raggi UVA e UVB è un valido aiuto per proteggere la tua pelle


Ricordati che:

  • I neonati e i bambini al di sotto dei 3 anni non devono mai essere esposti direttamente ai raggi solari e devono essere protetti con una protezione solare anche all'ombra.
  • I bambini al di sopra dei 3 anni devono usare una protezione solare sulla pelle esposta al sole e devono essere incoraggiati a indossare cappelli, occhiali da sole e indumenti protettivi, oltre a ripararsi all'ombra nelle ore più calde, quando il sole è più intenso.
  • L'uso di una protezione solare e l'adozione di comportamenti virtuosi devono essere costanti lungo tutto l'arco della vita.

L'infanzia è il periodo in cui apprendere comportamenti virtuosi e sicuri per l'esposizione al sole Inoltre, è l'età giusta per instillare comportamenti buoni da adottare per il resto della vita.

Fai clic QUI per scoprire di più sulla prevenzione dei tumori cutanei e QUI per ulteriori informazioni su come proteggere i bambini al sole.

1American Association for Cancer Research Press Release, May 29, 2014 http://www.aacr.org/Newsroom/Pages/News-Release-Detail.aspx?ItemID=553#.WKyFqxLhAvo

2Fonte: Euromelanoma Epidemiological fact sheet

VERO
O FALSO

IL SOLE, SENZA OPPORTUNA PROTEZIONE PUÒ CAUSARE
UN INVECCHIAMENTO PREMATURO DELLA PELLE.

VERO

I raggi UVA alterano i componenti strutturali interni della pelle come le fibre di collagene e di elastina. Con il tempo, l'esposizione scorretta al sole, senza un'adeguata protezione potrebbe portare allacomparsa delle rughe e alla perdita di turgore ed elasticità della pelle. Anche i raggi UVB potrebbero favorire una produzione irregolare e disomogenea di pigmenti, che genera la comparsa di macchie scure e un incarnato spento. In generale, queste alterazioni della pelle sono conosciute come fotoinvecchiamento.
Scopri di più

NON È NECESSARIO USARE UNA PROTEZIONE
SOLARE QUANDO È NUVOLOSO.

FALSO

Anche quando piove o il cielo è nuvoloso, la pelle è comunque esposta ai raggi UV che gradualmente possono causare il fotoinvecchiamento. Per proteggere la pelle, applica sempre la protezione solare, anche quando non c'è il sole o non fa particolarmente caldo.
Scopri di più

NEI TUMORI DELLA PELLE
LA DIAGNOSI PRECOCE È FONDAMENTALE.

VERO

Se diagnosticato precocemente, il 90% dei tumori della pelle è curabile. Ecco perché lo screening è fondamentale. Fra una visita dermatologica e l'altra, usa [LANDING PAGE SALVA LA TUA PELLE] per controllare i tuoi nei e quelli di chi ami. E ovviamente, fai in modo che la protezione solare diventi un must quotidiano irrinunciabile per proteggere i tuoi nei.
Scopri di più

OFFRIAMO ANCHE
UNA LINEA DEDICATA

ANTHELIOS è una gamma all'avanguardia nel mercato dei prodotti solari. I suoi prodotti ad alta protezione e ad ampio spettro sono il risultato di 25 anni di ricerca avanzata in materia di protezione solare e di pelle sensibile al sole.

LA NOSTRA SICUREZZA


Guancia di donna con porzione di prodotto La Roche Posay




Vedi di più



Particolare di uomo a torso nudo che abbraccia neonato

TESTATI
SULLE PELLI SENSIBILI 

Vedi di più
La tollerabilità ai nostri prodotti è verificata anche nelle pelli Sensibili: pelle reattiva, a tendenza allergica, acneica o atopica, danneggiata o fragilizzata.
Contagocce che spinge goccia nella bottiglietta

SOLO L’ESSENZIALE,
NELLA GIUSTA QUANTITÀ

Vedi di più

Particolare di confezione La Roche Posay

PROTEZIONE DELLA FORMULA
NEL TEMPO

Vedi di più
Selezioniamo la confezione che offre una maggiore protezione per garantire una perfetta tollerabilità ed efficacia nel tempo.