La mia pelle sensibile

Le Abitudini Quotidiane che Influenzano le Tue Allergie

Anche se sai tutto delle tue allergie e conosci che cosa scatena starnuti, lacrimazione degli occhi, asma e respiro affannoso, o semplicemente ti fa ricoprire di macchie, ripensa con attenzione alla tua routine quotidiana. Le tue abitudini possono essere, infatti, fonte di esposizione agli allergeni.

Le 7 Abitudini Quotidiane che Potrebbero Alimentare le Tue Allergie

1. Pulizie non proprio accurate: parlando di allergie, i metodi di pulizia sbagliati possono essere più un problema che un vantaggio. Strumenti come scope e piumini da spolvero semplicemente disperdono la polvere e gli allergeni. O, peggio, trasformano innoqui depositi sul pavimento in nuvole di allergeni!
Il metodo migliore? Pulire con strumenti indumiditi al posto di quelli asciutti. Per spolverare, scegli un panno in microfibra inumidito. Il tuo migliore alleato anti-allergie? L'aspirapolvere! Passa l'aspirapolvere su pavimenti, tende, tappezzeria, giocattoli... Insomma, qualsiasi cosa su cui si deposita la polvere!
Ultimo consiglio: fai attenzione quando pulisci casa, indossa mascherina e guanti e fischietta mentre sei all'opera!

2. Bevi e… starnutisci! Non affogare i tuoi dolori per l'allergia nel vino, nel whisky o in altri drink alcolici, potresti solo peggiorare la situazione! Gli scienziati hanno dimostrato che l'alcol può rendere ancora più intense le reazioni allergiche, che si tratti di asma, rinite allergica o eruzioni cutanee di qualsiasi tipo.
Non si sa ancora di preciso il perché di questo fenomeno, ma esistono alcune teorie a riguardo. Si pensa che in parte sia dovuto all'istamina - sì, il vino contiene molecole di istamina! - e ai solfiti presenti nelle bevande alcoliche.
Le soluzioni più efficaci? La domanda che tutti si fanno è: quanto è "troppo"? Uno studio ha evidenziato che le persone che consumano più di due bicchieri di vino al giorno hanno manifestato il doppio dei segni di allergia.
Usala come regola generale e osserva se ti è d'aiuto.

3. Bucato… sfaticato! La biancheria da letto è la casa di milioni di acari della polvere a otto zampe che possono peggiorare seriamente le tue allergie. Parliamo di asma, segni della pelle a tendenza atopica e altre reazioni cutanee. Ci sono molte cose che puoi fare per ridurre gli acari della polvere in casa, ma lavare correttamente ogni settimana la tua biancheria da letto è tra le più importanti.
Ecco le regole d'oro! Lavali una volta a settimana ad almeno 60° C per uccidere gli acari. Se le tue lenzuola sono incompatibili con i lavaggi ad alte temperature, passale nell'asciugatrice per almeno 15 minuti a una temperatura superiore ai 60° C. Segli con attenzione i detersivi per il bucato.
Lo sapevi? Lasciare il tuo letto disfatto, in realtà, è meglio per combattere gli acari della polvere, perché far prendere aria alle lenzuola riduce i livelli di acari.

4. Troppo stress. Molte persone identificano lo stress come personale causa scatenante delle allergie, ma questa osservazione è sostenuta anche dalla scienza. I ricercatori hanno mostrato che un alto livello di stress corrisponde ad un maggiore manifestarsi delle allergie. La ragione di ciò è ancora poco chiara ma si pensa che alla base delle allergie esistano interazioni complesse tra cervello e sistema immunitario. Alcuni scienziati ritengono che un corretto trattamento dell'allergia dovrebbe includere anche terapie psicologiche!
I consigli per affrontare al meglio la situazione? Lo stress fa parte della vita moderna, quindi adotta qualche semplice abitudine per ridurre lo stress negativo nella tua vita. Utilizza un'app per trovare qualche attimo di relax, fare meditazione o regolarizzare il tuo ciclo del sonno. E non rinunciare mai a fare un po' di attività fisica quotidianamente. Le tue allergie ti ringrazieranno!

5. Trasformare il bagno di casa in una sauna. Bagni o docce troppo caldi e troppo lunghi possono rendere più intensi i segni della pelle sensibile e reattiva, indebolendone la barriera. Tieni a mente, inoltre, che umidità e calore prolungati possono trasformare il tuo bagno in un ambiente perfetto per far crescere uno dei principali allergeni: la muffa. Questo fungo nero invisibile rilascia migliaia di spore allergeniche che possono peggiorare asma, segni della pelle a tendenza atopica e molti altri tipi di reazioni cutanee.
La soluzione? Utilizza acqua tiepida e riduci il tempo che passi sotto la doccia o nella vasca da bagno. Questi accorgimenti non solo ridurranno la formazione di muffa, ma sono molto più adatti per la pelle sensibile e a tendenza allergica. Per pulire le piastrelle e liberarti dalla seccatura della muffa sono disponibili molti prodotti specifici, ma attenzione: possono essere aggressivi! Quindi, non dimenticare di indossare mascherina e guanti quando li utilizzi, come consigliato al punto 1. Infine, se il tuo bagno ha una finestra, lasciala aperta per almeno mezz'ora al giorno per arieggiare lo spazio.

6. Evita… il contatto! Nella stagione delle allergie, le lenti a contatto possono intrappolare polline, polvere e altri allergeni proprio sulla delicata barriera che ricopre gli occhi, la congiuntiva. Ciò scatena arrossamenti, lacrimazione e prurito. In altre parole, potresti sembrare sul punto di scoppiare in lacrime... Non l'aspetto migliore da mostrare durante il prossimo meeting in ufficio o un appuntamento romantico!
Le soluzioni? Quando i livelli di polline sono elevati, indossa gli occhiali al posto delle lenti a contatto, o indossa gli occhiali da sole oltre alle lenti a contatto, per proteggere gli occhi dall'aria carica di allergeni. Se non vuoi rinunciare alle lenti a contatto, scegli quelle giornaliere, per evitare l'accumularsi di particelle allergeniche. E ricorda che puoi sempre utilizzare gocce per gli occhi anti-allergiche con le lenti a contatto, ma attendi almeno 10 minuti per inserire le lenti dopo aver applicato le gocce.

7. Lascia gli allergeni sulla porta. Se indossi scarpe, o più in generale, abbiagliamento che indossi all'esterno anche dentro casa, non farai altro che diffondere allergeni su tappeti, tappezzerie e mobili. Una pessima idea per chi soffre di allergia.
Che cosa fare? Meglio lasciare le scarpe sulla soglia di casa, ad esempio. E ogni giorno, non appena torni a casa, indossa "qualcosa di comodo"! In altre parole, butta i vestiti a lavare, indossa qualcosa di comodo e pulito e mettiti un paio di morbide pantofole ai piedi. Noterai presto la differenza.

Fai attenzione anche a queste "cattive" abitudini di bellezza!

Leggi anche "Come si Manifestano le Reazioni Allergiche".