SPF:
significato e spiegazione del fattore di protezione solare

Article Read Duration 4 minuti di lettura

Che cosa vuol dire SPF? Al di là della sigla, ecco che cosa bisogna sapere sui numeri indicati sulle confezioni delle protezioni solari per poter scegliere poi quelle adatte alla propria tipologia di pelle. Tutto su SPF significato e importanza del fattore di protezione. Perché è fondamentale capire cosa succede alla nostra pelle quando la esponiamo ai raggi solari e come proteggerla al meglio

SPF: il significato

L’acronimo inglese di Sun Protection Factor indica il fattore di protezione solare, ossia la capacità di un prodotto di proteggere la pelle  dai raggi solari. Maggiore è il numero indicato sulla confezione, maggiore sarà il grado di protezione solare. 
Una protezione “alta” è data, per esempio, da una crema con SPF 30, mentre un prodotto con SPF 50+ è considerato a protezione solare “molto alta”. Questo numero indica la capacità del prodotto solare di proteggere dall’aggressione dei raggi UVB, anche se un ottimo prodotto dovrebbe offrire una protezione anche nei confronti dei raggi UVA. 
Ma che differenza c’è tra raggi UVA e UVB e com’è coinvolto il SPF?

Fattore di protezione solare e raggi UV

I raggi ultravioletti si dividono in UVA, UVB e UVC. Questi ultimi vengono bloccati dall’ozonosfera, gli UVB sono parzialmente filtrati dall’atmosfera e dalle nuvole, mentre gli UVA possono oltrepassare anche i vetri. 
Gli UVA sono presenti tutto l’anno e purtroppo possono agire anche in caso di cielo nuvoloso perché raggiungono la nostra pelle anche attraverso un vetro.  Raggiungendo anche il derma, sono una delle cause principali di produzione di radicali liberi, responsabili del foto-invecchiamento precoce, di fenomeni di reattività della pelle e di disturbi della pigmentazione. 
Gli UVB sono molto più forti e possono causare scottature, ma a ridurne l’intensità può essere sia una giornata nuvolosa che un vetro. Sono quelli che determinano la reazione della nostra pelle con la comparsa dell’abbronzatura ma sono anche responsabili di rossori e reazioni allergiche.
L’ SPF, quindi, è un indice della capacità della crema di proteggere la nostra pelle dai raggi UVB, mentre la sigla PPD indica la protezione nei confronti dei raggi UVA. Un buon prodotto dovrebbe perciò contenere una  protezione sia dai raggi UVB che da raggi UVA per poter offrire una protezione ottimale nei confronti dei raggi UV.

SPF: quale crema scegliere e ogni quanto spalmarla?

Imparare a leggere le confezioni è molto importante: una volta capito che cos’è il SPF, abbiamo visto che è bene scegliere una protezione solare che difenda anche dai raggi UVA. Una tipologia cutanea chiara, dovrà scegliere sicuramente una protezione molto alta e dovrà applicarla frequentemente. La quantità media per proteggere tutto il corpo dipende dal peso e dall’altezza della persona e va applicata prima di esporsi al sole.

Il consiglio poi, è di rinnovare l’applicazione frequentemente e abbondantemente per mantenere la protezione solare, specialmente dopo aver sudato o dopo essersi bagnati o asciugati.
L’altra parola d’ordine è diversificare: il viso ha bisogno di una protezione diversa rispetto a quella del resto del corpo, così come si avrà bisogno di un SPF più alto se si fa attività fisica sotto il sole per diverse ore.

SPF: un numero per ogni componente della famiglia

Attenzione, infine, a proteggere le pelli più sensibili e delicate come quelle dei bambini che, insieme ai neonati, non vanno mai esposti direttamente al sole. In questo caso l’SPF non dovrà mai essere inferiore a 50+. Esistono prodotti specifici che non ungono e non appiccicano, ideali per difendere la pelle dei più piccoli.
I laboratori La Roche-Posay hanno sviluppato una linea di solari con soluzioni specifiche per ogni tipologia di pelle e livelli di protezione anche molto alti. I prodotti Anthelios dispongono di tutti gli indici di protezione nelle diverse formulazioni, tra creme, gel, spray e stick rispondendo a qualsiasi esigenza sia di stile di vita che di tipologia cutanea. Creme con SPF per pelli a tendenza acneica, per pelli sensibili fino alle pelli più delicate come quelle dei bambini. 
Oltre a controllare gli indici di protezione contro i raggi UV, infine, non bisogna mai dimenticare di controllare anche il simbolo PAO (Period After Opening), ossia la durata del prodotto dal momento della sua apertura. Quest’ultima sigla generalmente viene indicata con l’immagine di un piccolo barattolo aperto e un numero che sta a significare appunto il periodo entro il quale utilizzare la protezione. 
Ora che sai che cos’è l’ SPF e le altre sigle indicate sulla confezione della tua protezione solare, visita il sito e scegli quella adatta alle tue esigenze.

LE TUE DOMANDE
LE NOSTRE RISPOSTE

1 quote-marks

Qual è la protezione solare migliore per la pelle sensibile?

Scegli una protezione solare ad ampio spettro contro i raggi UVA e UVB testata su pelle sensibile, come quelle della gamma ANTHELIOS di La Roche-Posay, marca di riferimento per soggetti con pelle sensibile. Tutti i prodotti ANTHELIOS integrano l'Acqua Termale La Roche-Posay naturalmente addolcente e antiossidante per lenire la pelle sensibile.


Scopri di più

TI È STATO D'AIUTO?

1 quote-marks

Come posso proteggere la pelle dal sole?

L'esposizione non controllata al sole ti espone al rischio di sviluppare scottature, di andare in contro ad un invecchiamento prematuro della pelle e di contrarre eventuali danni a lungo termine. Per esporti al sole correttamente, rimani al'ombra tra le 11 e le 15, indossa un cappello, indumenti protettivi e occhiali da sole.

TI È STATO D'AIUTO?

1 quote-marks

Cosa vuol dire SPF quando si parla di protezione solare?

SPF è un acronimo inglese che significa "Fattore di Protezione Solare (“Sun Protection Factor”). È collegato alla capacità della crema di proteggere dai raggi UVB che potrebbero causare scottature. Più elevato è l'SPF, maggiore è il grado di protezione solare offerto. Se stai sotto il sole, raccomandiamo di applicare una protezione che abbia almeno un SPF 30 ogni 2 ore.

TI È STATO D'AIUTO?

1 quote-marks

Come faccio a proteggere la pelle dal sole senza usare la crema solare?

II dermatologi raccomandano di usare indumenti protettivi come cappelli, occhiali da sole e abbigliamento coprente. Tuttavia, la crema solare è sempre il cuore della protezione dai raggi UV e non può essere omessa dalla routine quotidiana. Le creme solari ANTHELIOS sono ampiamente testate, anche su soggetti con pelle sensibile, per offrire l'efficacia protettiva ottimale.

Scopri di più

TI È STATO D'AIUTO?

1 quote-marks

Qual è la protezione rispettosa delle barriere coralline?

I filtri principali della linea ANTHELIOS di La Roche-Posay sono stati testati per rispettare gli ambienti marini. Dai test eco-tossicologici è emerso che esponendo i coralli a questi filtri per 5 settimane ad una concentrazione maggiore rispetto a quella presente nell'acqua marina, non viene causato né il loro scolorimento né eventuali effetti negativi sulle microalghe simbiotiche.


Scopri di più

TI È STATO D'AIUTO?

VERO
O FALSO

IL SOLE PUÒ CONTRIBUIRE
UN INVECCHIAMENTO PREMATURO.

VERO

I raggi UVA alterano i componenti strutturali interni della pelle come le fibre di collagene e di elastina. Con il tempo, l'esposizione al sole può causare la comparsa delle rughe e far sì che la pelle perda turgore ed elasticità. Anche i raggi UVB potrebbero favorire una produzione irregolare e disomogenea di pigmenti, generando la comparsa di macchie scure e un incarnato spento. In generale, queste alterazioni della pelle sono conosciute come fotoinvecchiamento.
Scopri di più

NEI TUMORI DELLA PELLE
LA DIAGNOSI PRECOCE È FONDAMENTALE.

VERO

Se diagnosticato precocemente, il 90% dei tumori della pelle è curabile. Ecco perché lo screening è fondamentale. Fra una visita dermatologica e l'altra, usa [LANDING PAGE SALVA LA TUA PELLE] per controllare i tuoi nei e quelli di chi ami. E ovviamente, fai in modo che la protezione solare diventi un must quotidiano irrinunciabile per proteggere i tuoi nei.
Scopri di più

NON È NECESSARIO USARE UNA PROTEZIONE
SOLARE QUANDO È NUVOLOSO.


FALSO

Anche quando piove o il cielo è nuvoloso, la pelle è comunque esposta ai raggi UV che gradualmente causano il fotoinvecchiamento. Per proteggere completamente la pelle, applica sempre la crema solare, anche quando non c'è il sole o non fa particolarmente caldo. 
Scopri di più

Lo
sapevi?

DidYouKnow_Desktop_1

Neve, acqua e sabbia riflettono i raggi UV*. Anche all'ombra, i bambini devono essere protetti dall'esposizione indiretta.

Per saperne di più

*fonte: https://www.soleil.info/uv-meteo/soleil-terre-et-uv/altitude-et-reverberation-plus-duv.html

IL NOSTRO IMPEGNO
PER LA PELLE SENSIBILE

Safety standards beyond international cosmetics regulations.

Guancia di donna con porzione di prodotto La Roche Posay

PRODOTTI AD
ELEVATA TOLLERABILITÀ

Vedi di più
I nostri prodotti sono formulati per limitare il rischio di allergie.
Contagocce che spinge goccia nella bottiglietta

SOLO GLI INGREDIENTI ESSENZIALI

Vedi di più
I nostri prodotti contengono solo gli ingredienti necessari per donare un confort immediato, intenso e duraturo.
Particolare di uomo a torso nudo che abbraccia neonato

PRODOTTI TESTATI
SU PELLI SENSIBILI 

Vedi di più
La tollerabilità dei nostri prodotti è verificata sulle pelli sensibili: pelle reattiva, a tendenza allergica, acneica o atopica, danneggiata o fragilizzata.
Particolare di confezione La Roche Posay

PROTEZIONE DELLA QUALITÀ DELLA FORMULA

Vedi di più
Selezioniamo la confezione che offre una maggiore protezione alla formula con tollerabilità ottimale ed efficacia nel tempo.