Parliamo di...

Pelle sensibile con rossori: una realtà complessa

La pelle sensibile è soggetta a rossori, pizzicori e irritazioni. È caratterizzata da un'iper-reattività. Per migliorare il comfort quotidiano di questi tipi di pelle la sola regola da seguire è rispettarne la fragilità.

Caratteristiche

Una reazione eccessiva della pelle

La pelle sensibile è più vulnerabile alle aggressioni esterne ed è caratterizzata da una reazione eccessiva a fattori abitualmente ben tollerati. Alcuni segni, più o meno evidenti, consentono di riconoscere questo tipo di pelle, come ad esempio la presenza di rossori e pizzicori, le sensazioni di calore, di pelle che tira, dà prurito o brucia.

Cause

Non esiste un solo tipo di pelle sensibile, ma tanti

Diversi fattori, isolati o combinati, consentono di spiegare i motivi di tale sensibilità. L'origine può essere:

  • vascolare. Legata alla fragilità delle pareti dei vasi sanguigni, sotto l'influenza di determinati fattori esterni come il consumo di spezie o di bevande alcoliche;
  • ambientale. Il vento, la siccità, il freddo o l'inquinamento possono determinare sensazioni di pizzicore o bruciore;
  • da contatto. Una reazione cutanea può essere scatenata dall'applicazione di un elemento che contiene un ingrediente mal tollerato. È il caso, ad esempio, dell'acqua calcarea;
  • a tendenza atopica. Una pelle predisposta all'iper-reattività.

Trattamenti

L'obiettivo: idratare la pelle e aiutare a ridurre la sua sensibilità

Sono necessari pochi gesti quotidiani per prendersi cura della pelle intollerante ridonandole il necessario comfort:

  • detergere delicatamente la pelle con prodotti che rispettano l'equilibrio fisiologico dell'epidermide;
  • usare prodotti per la pelle del viso studiati per la pelle sensibile;
  • utilizzare un tonico lenitivo come primo gesto per rinfrescare  la pelle al mattino e per completare il make-up;
  • scegliere un'acqua termale ricca di sali minerali;
  • optare per un make-up ipoallergenico che idrata la pelle;
,
Per maggiori informazioni, consultare il proprio dermatologo.

  • Facebook

Consigliati per te

Tutti gli articoli