La mia pelle sensibile

Fasi e cambiamenti fisiologici della pelle sensibile.


Anche se può sembrare sorprendente, la pelle sensibile non è un tipo di pelle, non nel vero senso del termine. La sensibilità può riguardare tanto la pelle grassa e a tendenza acneica dei teenager quanto la pelle secca e matura. Una cosa che tutte le pelli sensibili hanno in comune è la reattività eccessiva a stimoli innocui provenienti per esempio dall'ambiente.

Ma ciò che rende la pelle sensibile davvero unica è il modo in cui evolve nel corso del tempo: in un'ora, in un giorno, in un anno o nel corso di una vita, fattori ambientali e ormonali possono cambiare l'aspetto della pelle sensibile.

Un giorno nella vita della pelle sensibile


La pelle ha un ritmo biologico di 24 ore (o ritmo circadiano) che può influenzarne la sensibilità. Durante la notte, i bassi livelli di cortisolo, combinati con un picco del livello di istamina, possono aumentare la sensibilità della pelle. Il risultato? Un pessimo risveglio, con una sensazione di bruciore, prurito e pelle che tira.

Ma questa è solo una parte della storia. La verità è che, nonostante la pelle sia in parte regolata da un meccanismo fisiologico pre-programmato, anche la routine quotidiana di ogni donna è altrettanto importante.

Inizi la giornata con una lunga doccia calda, prima di uscire all'aria inquinata della città. Prendi un caffè mentre raggiungi il tuo ufficio con aria condizionata. A pranzo, incontri un'amica e mangi un piatto piccante su una terrazza assolata. E poi arriva il momento della riunione di fuoco programmata per il pomeriggio. Dopo il lavoro, vai in palestra per un allenamento "cardio", prima di raggiungere il tuo bar preferito per un cocktail con le amiche... C'è qualcosa che ti suona familiare?

La verità è che ciascuno di questi momenti quotidiani - sbalzi di temperatura e umidità, inquinamento, caffeina, cibo piccante, sole, stress, esercizio fisico, alcool - può aumentare il discomfort della pelle sensibile.

La pelle sensibile attraverso le stagioni


La pelle sensibile ama la stabilità e sopporta poco i cambiamenti. Primavera e autunno sono le stagioni più temibili, a causa delle imprevedibili condizioni meteorologiche. Con la sua fragile barriera e le terminazioni nervose ipersensibili, la pelle non ha il tempo di abituarsi al cambiamento repentino di temperatura e di livello di umidità, e questo comporta un aumento della sensibilità.

Ogni stagione, inoltre, è caratterizzata da picchi di allergeni diversi provenienti da differenti tipi di piante. In primavera prevalgono i pollini degli alberi, l'estate è la stagione di prato e fieno e l'autunno quella dei pollini delle erbe. Per molte persone questo comporta un innalzamento e abbassamento della sensibilità della pelle nel corso dell'anno.

La pelle sensibile attraverso le generazioni

Oltre al ritmo circadiano della pelle e all'alternanza delle stagioni, anche i cambiamenti fisiologici a lungo termine possono influenzare profondamente il suo livello di sensibilità.


    • Pelle dei bambini: con una barriera cutanea ancora "in costruzione", la pelle dei bambini è estremamente soggetta ad arrossamenti.
    • Pelle dei ragazzi: nel tentativo di tenere sotto controllo la loro pelle grassa e a tendenza acneica, i teenager spesso ricorrono a detergenti e scrub aggressivi, che possono impattare sulle le difese naturali della pelle lasciandola esposta e ipersensibile.
    • Gravidanza e menopausa: i cambiamenti ormonali influenzano la secrezione di sebo della pelle, indebolendone la funzione barriera. Questi stessi ormoni possono anche agire sulla dilatazione della rete di capillari sanguigni, intensificando gli arrossamenti della cute.
    • Pelle matura: con il passare degli anni, si verificano alterazioni della pelle piuttosto caratteristiche. L'attività delle ghiandole sebacee diminuisce, mentre epidermide e derma diventano più sottili. Spesso disidratata, meno elastica e con una debole barriera protettiva, la pelle matura è particolarmente vulnerabile all'aggressione di agenti esterni.

Come mantenere l'equilibrio della pelle

La pelle sensibile subisce continue variazioni, influenzata da innumerevoli fattori, endogeni ed esogeni. Per mantenerla in equilibrio e in buono stato riducendone progressivamente la sensibilità, hai a portata di mano specifici trattamenti dermocosmetici.