3 domande a un esperto

Quali sono le cause della sensazione di prurito del cuoio capelluto?

header defaut article 3questions (LP54466).jpg

La sensazione di prurito del cuoio capelluto non è insolita. Può essere dovuto a disturbi della parte interessata ed essere accompagnato dall'insorgenza di forfora. Oppure può essere causato da un'irritazione esterna. Come possiamo intervenire? Ecco alcuni consigli di un esperto della pelle.

Cosa fa quando un paziente lamenta prurito al cuoio capelluto?

Per prima cosa lo visito per verificare che non sia affetto da un eczema seborroico o psoriasi,entrambi disturbi molto comuni. Queste patologie del cuoio capelluto si manifestano con arrossamento esteso e desquamazione. Più spesso, però, si tratta di semplice forfora, fine e aderente con un leggero arrossamento causato da un'irritazione cutanea dovuta ad agenti esterni.

In assenza di manifestazioni visibili, come spiega la sensazione di prurito?

La sensazione di prurito può essere causata da una pelle piuttosto sensibile.Chiedo ai pazienti con che frequenza lavano i capelli e che tipo di shampoo usano. Lavare i capelli troppo spesso con uno shampoo non adatto può causare irritazione cronica, una delle cause della sensazione di prurito. Diventa un circolo vizioso: grattare il cuoio capelluto provoca arrossamenti. Anche asciugare i capelli con un phon troppo caldo può danneggiare il cuoio capelluto. Non bisogna poi sottovalutare lo stress, che spesso può favorire l'insorgenza della sensazione di prurito.

Quali soluzioni consiglia quando non si tratta di patologie?

Per prima cosa, dobbiamo intervenire sulle cause. Quelle più frequenti sono:
reazioni allergiche a prodotti aggressivi;
  • dermatiti di vario tipo, anche di origine psicosomatica in caso di periodi di particolare stress;
  • forfora e desquamazione del cuoio capelluto;
  • dermatiti come la seborroica, da contatto, la psoriasi e la dermatite atopica;
  • infiammazioni del cuoio capelluto;
  • infezioni dei follicoli piliferi;
  • micosi cutanee.
A seconda quindi delle cause scatenanti, esistono i rimedi più adeguati. Nel caso in cui si tratti di reazioni allergiche, dermatiti, forfora o infiammazioni del cuoio capelluto, la cosa migliore è utilizzare subito uno shampoo delicato.
In commercio sono disponibili prodotti molto efficaci per il cuoio capelluto con le problematiche che ho appena descritto. Se la causa dell'irritazione è esterna, spiego al paziente che è molto importante usare uno shampoo delicato, risciacquare i capelli accuratamente e non usare shampoo cheratolitici ogni giorno. Ci sono anche prodotti cosmetici che possono essere applicati dopo aver lavato i capelli che hanno un effetto lenitivo in caso di cuoio capelluto eccessivamente sensibile. È molto importante asciugare e mettere in piega i capelli con molta delicatezza. Spiego inoltre che è importante evitare situazioni di stress che possono provocare un aumento della sensibilità.

Consigliati per te

Tutti gli articoli